Menu TS VideoRes
Categories Browse Categories Featured NationalGeographic Discovery Channel History Channel British Pathé Films Funny Chemistry Primitive Technology History Channel HD NG Original Series Brave Wilderness TimeStorms Films Vaccine Safety Conference
BES. Includere gli alunni con l'Apprendimento Cooperativo
   Anna La Prova
  Published: 4 years ago

48,042 Views

In questo breve video, Anna La Prova propone un esempio pratico di attività cooperativa per includere un alunno con DSA e 2 con BES. Show more

Comments Directly on YouTube

2 months ago
bravissima e chiarissima


4 months ago
grazie molto chiara la sua esposizione vorrei fare una domanda se possibile : se l alunno con Bes avesse problemi di comportamento dovuti ad un disturbo oppositivo provocatorio , come puo' essere realizzato L App cooperativo?


8 months ago
L'anno scorso ho utilizzato il Cooperative Learning per consolidare le conoscenze di un'unità didattica di scienze sulle piante. Ho diviso la classe in 4 gruppi di 4. In ogni gruppo c'erano 4 ruoli: il disegnatore, il lettore, lo scrittore e il messaggero/mediatore di relazioni tra gruppi. Ogni gruppo aveva un argomento legato alle piante da approfondire. Abbiamo assemblato il tutto su un unico cartellone. In questo caso ho formato i gruppi dopo aver deciso i ruoli e per questo ho inserito i bambini nel gruppo a seconda delle loro potenzialità.Un lavoro straordinario. Io ho formato i gruppi conoscendo i bambini a priori e poi ho lasciato che fossero i bambini ad assegnarsi i ruoli. Sapevo già che avrebbero diviso i compiti come lo avrei fatto io. Meglioche siano liberi di scegliere; è bello vederli discutere un po' su chi deve fare e che cosa. Ai bambini è piaciuto così tanto che mi chiedevano spesso di rifarlo. In classe lavoravano insieme e avevano modo di conoscersi meglio. Questa metodologia migliora le relazioni umane e crea un clima positivo in classe. Abolisce ogni forma di competizione.Amo l'AC!


1 year ago
non dimentichiamo poi, che in tutti gli alunni aumenterà il senso di autostima ed autoefficacia, e quindi motivazione ad apprendere, giusto?


1 year ago
Grazie!Nella semplicità dell'esposizione sei riuscita a rendere chiari e comprensibili concetti apparentemente complessi


1 year ago
Chiaro ed esaustivo


1 year ago
sei stata veramente esaustiva... Grazie mille puoi per favore predisporre altri video con queste tematiche?


2 years ago
Grazie, il video è chiarissimo e molto esplicativo!


2 years ago
Condivido il contenuto, è ciò che si cerca di fare nella didattica reale!


2 years ago
la strategia presentata nell' esempio è quella del "imparare insieme" ovvero Learning Together?
Mi viene da riflettere,visto le affermazione precedenti, che coloro che hanno l'alto potenziale, possono comunque trovare riscontri in questa pratica di apprendimento. forse dico un' eresia ma faccio un esempio.
 Se in un gruppo ci sono allievi ad alto potenziale in matematica.. questi possono fare un gruppo ed esercitarsi sull' approfondimento di un modulo guidato dall'insegnante, il quale orienterà i ragazzi su cosa è opportuno conoscere per passare ad un livello successivo di apprendimento.


3 years ago
Grazie a tutti per i commmenti! Voglio rispondere a Laurabomprezzi (non mi è permesso rispondere al suo commento, non so perchè, allora lo faccio da qui), che sottolinea come spesso ci si dimentichi dei bambini plusdotati. E' vero e condivido pienamente. Ritengo inoltre che l'AC possa essere molto utile anche per loro. Proprio ieri la prof.ssa Maria Assunta Zanetti, dell'Università di Pavia, che si occupa di plusdotazione, ha ribadito, un convegno a Roma, come l'Apprendimento Cooperativo, può essere una metodologia per includere anche gli alunni con Alto Potenziale. Grazie Laura per avermi dato occasione di sottolineare questo aspetto!


3 years ago
Io  credo che solo alcune attività possono essere organizzate secondo il cooperative learning. Non  trovo  possibile, nè positivo, che tutto il lavoro scolastico avvenga così.  


3 years ago
Molto interessante. Però volevo chiederti un chiarimento. Tu hai fatto un ottimo esempio di didattica inclusiva di tre allievi. Il resto della classe come lo organizzi? Anche loro si dividono in gruppi?


3 years ago
Direi che potrebbe funzionare. E' da verificare.


3 years ago
chiarissimo grazie mille


3 years ago
Alcune osservazioni.I DSA sono inclusi nei BES. Lo dice anche lei , ma nella descrizione qui sopra appaiono ancora  divisi comne sempre succede ancora oggi nella scuola (perchè non è chiaro cosa siano i Bes). Poi, è vero che l'esperienza presentata è  cooperativa, ma è estremamente frutto di architettura. Ad averceli proprio tre alunni che si incastrano così bene! Al di là di tutto dobbiamo tenere presente che poi la stessa scuola alla fine del percorso scolastico chiede ad ogni alunno di essere indipendente e quindi questi non possono presentarsi in tre per riuscire a risolvere un solo problema.D'alta parte  il bambino dislessico è già in grado di risolvere il proprio problema: basta che usi materiale compensativo e non ha bisogno di qualcuno che gli legga. 


3 years ago
Molto interessante :semplice ma molto curato e preciso. Complimemti!


3 years ago
Chiarissimo, molto utile a qualsiasi livelli scolastico, anche alle superiori e, particolarmente, con i dovuti accorgimenti  per la lingua straniera. Grazie


3 years ago
Ottimo contributo. Chiaro e concreto. Complimenti!


3 years ago
Bene.


Related Videos